FASSID - SIMeT - SNR - AIPaC - AUPI - SiNaFO
     
 
HOME CHI SIAMO REGIONI ISCRIZIONE STATUTO NOTIZIE DOCUMENTI
 
 
 

 

 

DIFFIDA ALLE AZIENDE PER L'ADEGUAMENTO DELL'INDENNITA' DI ESCLUSIVITA'

 

 

Il Coordinatore della Fassid per l’anno 2015, Alessandra di Tullio, afferma che la Legge di Stabilità per il 2015 ha finalmente rimosso i vincoli  introdotti con la legge 122/10 che hanno impedito le progressioni economiche dei dirigenti medici e sanitari. Consapevoli che l’indennità di esclusività graverà pesantemente sulle aziende, la Fassid ha deciso di inoltrare a tutte le direzioni generali una diffida in cui si chiede di agire rapidamente al fine di erogare ai dirigenti medici arrivati ai  5 e 15 anni di anzianità,  i corretti valori dell’indennità stessa, come previsto nella normativa contrattuale. Nel momento in cui si perpetua, sempre con la stessa Legge di Stabilità, il blocco dei rinnovi contrattuali, almeno si permetta il recupero di una importante perdita economica che negli ultimi anni ha creato gravi disagi soprattutto ai più giovani entrati nel SSN. Mentre tale recupero è esclusivo della dirigenza medica, la crescita dello stipendio di posizione nella sua variabile aziendale, anch’essa non più bloccata,  interessa sia la dirigenza medica che quella sanitaria rappresentata nella Fassid da psicologi e farmacisti.  La Conferenza delle Regioni, con due precisi documenti ad ottobre del 2010 ed a febbraio del 2011,  aveva interpretato in modo non ostativo l’attribuzione dell’indennità di esclusività a chi avesse maturato i 5 e 15 anni di anzianità ma in molte realtà locali a tale presa di posizione non hanno fatto seguito azioni concrete e molti colleghi si sono visti recapitare missive che annunciavano la valutazione positiva e la possibilità di fruire dell’aumento ma con congelamento dello stesso per il blocco legislativo. Ecco perché nella diffida non chiediamo solo l’immediata erogazione  della indennità maggiorata ma anche il pagamento di tutti gli arretrati dal momento della valutazione positiva. Se poi talune aziende non avessero fatto la valutazione con il Collegio tecnico, devono procedere subito avendo disatteso le norme contrattuali.

LETTERA DI DIFFIDA

 

 


 

 AUTUNNO GELIDO

 

 Mazzoni, coordinatore FASSID, prevede ripercussioni negative sui consumi dopo l’annunciato blocco dei contratti e conferma  la mobilitazione dei suoi iscritti.

 


IMPORTANTE SENTENZA SULLA RESPONSABILITA' PROFESSIONALE

Nota esplicativa

 


 

Corte di Cassazione - Sezione Lavoro - sentenza n. 27128/2013

 

Licenziamento del dirigente medico: competenza dell’ufficio

 

Ai sensi del D. Leg. 165/2011 devesi considerare nullo il licenziamento comminato al Dirigente Medico con provvedimento del Direttore Generale di recesso dal rapporto di  lavoro sebbene la decisione doveva è stata assunta dall’Ufficio competente per i procedimenti disciplinari (nella specie un dirigente medico non riprendere servizio al termine di un periodo di aspettativa concessa per lo svolgimento di un incarico a tempo determinato presso altra struttura).
Secondo la Suprema Corte nel caso in cui l'Amministrazione fa valere ragioni intrinseche di responsabilità disciplinare e non di responsabilità dirigenziale deve trovare applicazione la disciplina generale prevista dall’art. 55 del d.lgs. n. 165 del 2001, art. 55 (all'epoca vigente), e non anche quella di cui all'art. 21, dello stesso provvedimento legislativo.

 

 

 


 

 

Tribunale di Cuneo – sentenza 21 gennaio 2014

 

Fondi aziendali: necessaria la comunicazione ai sindacati

 

E’ antisindacale il comportamento dell’Azienda Sanitaria che omette di avviare la contrattazione integrativa aziendale con le organizzazioni sindacali afferente l'individuazione e l'utilizzo delle risorse dei fondi contrattuali costituiti ai sensi degli artt. 4 e 5 CCNL 8.06.2000, degli artt. 4 e 5 CCNL 3.01.2005 e art. 4 CCNL 17.10.2008.

 

 


 

 Protocollo  firmato il 3 dicembre 2013 tra il Sottosegretario alla Salute On. Fadda e le Organizzazioni Sindacali della Dirigenza e Comparto Sanità

 


 

Il sottosegretario Fadda dichiara: tutti i precari prorogati al 2016

 

 



 

FIRMA ANCHE TU!

http://www.contrattosubito.it/

Il testo dell'appello



Sciopero Nazionale della Sanità

– lunedì 22 luglio 2013 –

dalle ore 08.00 alle ore 12.00

Sit-In a Roma - ore 10

al Ministero dell’Economia

 

  


 

 PROSPETTIVE DI POLITICA SINDACALE DELLA FASSID


 


DAI UN VOTO ALLA SALUTE

Domande

 


Coordinatori

Dal 1° gennaio 2012 il Coordinatore nazionale della FASSID è Alessandra Di Tullio, Segretario Nazionale AIPAC.
Coordinatore Dirigenti Sanitari è Mario Sellini, Segretario Nazionale AUPI


Petizione

PETIZIONE PER IL DIMEZZAMENTO DELLA QUOTA A della contribuzione all'ENPAM.
IL MODULO COMPILATO deve essere trasmesso al fax: 066865445
 


Manovra

- Lettera Appello Intersindacale al Presidente della Repubblica
Visitate il sito: www.cambiamolamanovra.it


Contratto CCNL

Firmato il CCNL della Dirigenza biennio 2008/09

- CONTRATTO INTEGRATIVO DEL CCNL DEL 17 OTTOBRE 2008 firmato il 6 maggio 2010 AREA IV  
- SECONDO BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 AREA IV    
- CONTRATTO INTEGRATIVO DEL CCNL del 17/10/2008 firmato il 6 maggio 2010  AREA III
- SECONDO BIENNIO ECONOMICO 2008-2009  AREA III

 


EVENTI


 

23/10/14
La CODIRP avvia un nuovo percorso con il sindacato Fassid
leggi comunicato

29/04/14
L’Intersindacale chiede l’area contrattuale autonoma per la dirigenza medica e sanitaria
leggi documento

18/04/14
La montagna ha partorito la pecora Dolly: questa manovra č il clone delle precedenti
leggi comunicato

11/04/14
La FASSID proclama lo stato di agitazione
leggi comunicato

02/04/14
Toscana: interruzione delle trattrative.
leggi comunicato intersindacale

21/03/14

L’Azienda Cardarelli condannata per attività antisindacale.

18/03/14

La Fassid a fianco dell'Unadis affinché la riforma della Pa non sia una mattanza dei dirigenti leggi comunicato

10/02/14

Tre richieste al Governo per sederci al tavolo della trattativa

05/02/14

 Lucŕ: Tre richieste al Governo per sederci al tavolo della trattativa

20/11/13

Il decreto di stabilizzazione dei precari, da panacea a placebo 

 
 
 
   

 

SIMeT SNR AIPaC AUPI SiNaFO